default_mobilelogo
facebook_page_plugin

Sono itinerari dove l’acqua gioca il ruolo fondamentale!
Grazie alla presenza dell’acqua le attività proposte sono caratterizzate da salti, tuffi e scivoli che permettono di progredire all’interno della forra giocando e divertendosi con essa.
Sono generalmente percorsi facili, anche se alcuni richiedono una certa resistenza fisica, in cui è richiesta buona acquaticità e saper nuotare è indispensabile.
I percorsi che proponiamo, distribuiti tra Lazio ed Umbria, ad una distanza massima di un ora e mezza di macchina da Roma, hanno un carattere “stagionale” ovvero percorribili solo nel periodo primaverile e in alcuni casi nella primissima estate, quando le precipitazioni invernali hanno colmato le falde acquifere ed i torrenti sono ricchi d’acqua… purtroppo tra giugno e luglio i torrenti di questi itinerari vanno in secca e non è più possibile (o non è più divertente) percorrerli.

ITINERARI ACQUATICI

All’inizio è un tranquillo torrente all’interno della Riserva Naturale di Monte Navegna e Monte Cervia. Ma pian piano che lo si percorre le sponde basse lasciano il passo a quelle più ripide e scoscese proprie dei canyon. Nella nostra muta ci facciamo trasportare dalla corrente fino a trovare i primi salti, quasi tutti superabili con tuffi in pozze d'acqua corrente, l’acqua diventa sempre più “viva” e l'acqua aumenta di velocità stretta nelle alte pareti rocciose, siamo nella parte più bella del percorso: calata da 15 metri in una splendida cascata, nuotate per attraversare piscine naturali, tuffi, scivoli acquatici, il tutto a meno di un ora da Roma.

Un profondo canyon scavato nella Valnerina, in Umbria.
Questo piccolo gioiello riserva a chi lo precorre forti emozioni con un incessante susseguirsi di discese mozzafiato con la corda sotto le cascate, scivoli naturali e pozze in un ambiente lussureggiante di vegetazione dalla straordinaria suggestione e bellezza che, anche se in scala ridotta, vi darà esattamente l'idea dei divertimenti e delle emozioni offerte dal torrentismo.

Nascosto tra le dolci colline umbre, il fosso Campione meglio conosciuto come forra di Prodo è un vero e proprio parco di divertimenti tutto al naturale. Si inizia subito, al di sotto dello splendido castello che sovrasta la forra, con un susseguirsi di salti, cascate da discendere in corda e cristalline piscine naturali da superare a nuoto. Le incredibili parete rocciose si stringono man mano che si procede nel cuore del canyon fino a permettere di passare solo in fila per uno, poi ancora tuffi, scivoli e cascate, una miniera di divertimento.

La forra di Santopadre si trova in provincia di Frosinone, uscendo dall’autostrada A1 a Ceprano si continua per Arce e poi per il piccolo paese di Santopadre.
Un torrente poco marcato in un ambiente inaspettatamente selvaggio, un susseguirsi di toboga, tuffi e calate su corda.
Un itinerario che fi farà scoprire il lato nascosto ed emozionante della Ciociaria. Ottimo come inizio di stagione.

Iscriviti alla Newsletter

le nostre foto su Instagram